Archive for the ‘Il futuro è ora’ Category

Pwned

agosto 23, 2010

Che in merito al post qui sotto, ha trovato la perfetta sintesi Snoopy (come sempre, aggiungerei).

via Friendfeed

10 cose da fare a Bologna (quando non sei morto)

agosto 23, 2010

1. Riprendermi dalle vacanze. Troppo brevi. Troppo movimentate. Fisicamente impegnative. Mentalmente riuscite a metà.

2. Riprendere il pugilato, appena la palestra riapre. Mangiare meno. Perdere peso. Smetterla di placare lo stress con i dolci, che tanto non placano niente e rischio di diventare obeso.

3. Ricominciare a scrivere. Scadenza di due mesi per un nuovo romanzo, poi rimettere a posto il penultimo.

4. Mandare in giro la propria roba. Basta limare, aggiustare e tutto il resto. Inviare e cercare di sfondare il muro.

5. Fare lavoretti in casa. Mettere maniglie ai pensili, finire di stuccare il parquet, fare tutte quelle cosette rognose che vanno fatte o la casa sembrerà eternamente incompleta.

6. Ricominciare a lavorare sulla routine di close up. Aggiungere i nuovi passaggi, levare quelli che mi convincono meno, riorganizzare lo speech, eseguirlo davanti a un pubblico di maghi e sentire pareri.

7. Cominciare a esibirsi. Trovare serate, feste e quant’altro dove mettersi alla prova con un pubblico vero. Non importa se pagati poco o nulla, si cerca di crescere, non di arricchirsi.

8. Finire Red Dead Redemption. E che cazzo. Sono tre mesi, che ci gioco.

9. Risparmiare. Meno spese, più ragionate, rimettere a posto i conti dopo la botta dell’acquisto della casa per non sentire l’ansia ogni volta che arriva un imprevisto (che negli ultimi otto mesi ce ne sono stati parecchi).

10. Disattendere le buone intenzioni.

Nobel per la Pace a Obama…

ottobre 9, 2009

donzauker

Facebook, ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare Twitter

settembre 30, 2009

Ho conosciuto Facebook quando era appena nato e non lo conosceva nessuno. Dico questo non per tirarmela, sia chiaro, non voglio fare quello che la sa lunga e da di gomito dicendo “io c’ero, quando voi ancora perdevate tempo con Myspace”. No. L’invito a FB, che era graficamente molto diverso anche dalla versione precedente a quella attuale, mi arrivò dal buon Luipigi e io mi iscrissi. E dopo due minuti che ci giravo dentro ho pensato “Ma che cazzo è, ‘sta roba?”, non riuscendo minimamente a capire cosa fosse. Ho chiuso e me ne sono andato, fregandomene allegramente e pensando che Lupigi aveva troppo tempo libero.
(more…)

Il bivio…

maggio 26, 2009

…e non sapere da che parte girare.

Riflessioni… /6

maggio 8, 2009

Nata di marzo, nata balzana, casta che sogna d’ esser puttana,
quando sei dentro vuoi esser fuori cercando sempre i passati amori
ed hai annullato tutti fuori che te,
ma io qui ti inchiodo a quei tuoi pensieri, quei quattro stracci in cui hai buttato l’ ieri,
persa a cercar per sempre quello che non c’è…

Riflessioni… /5

maggio 8, 2009

She said it’s cold
It feels like Independence Day
And I can’t break away from this parade
But there’s got to be an opening
Somewhere here in front of me
Through this maze of ugliness and greed

Riflessioni… /4

maggio 7, 2009

Dance, nothing left for me to do but dance,
Off these bad times I’m going through just dance
Got canned heat in my heals tonight baby

Riflessioni… /3

maggio 7, 2009

Primavera non bussa lei entra sicura
come il fumo lei penetra in ogni fessura
ha le labbra di carne i capelli di grano
che paura, che voglia che ti prenda per mano.
Che paura, che voglia che ti porti lontano.

Riflessioni… /2

maggio 7, 2009

Ma il tempo, il tempo chi me lo rende? Chi mi dà indietro quelle stagioni
di vetro e sabbia, chi mi riprende la rabbia e il gesto, donne e canzoni,
gli amici persi, i libri mangiati, la gioia piana degli appetiti,
l’ arsura sana degli assetati, la fede cieca in poveri miti?
Come vedi tutto è usuale, solo che il tempo stringe la borsa
e c’è il sospetto che sia triviale l’ affanno e l’ ansimo dopo una corsa,
l’ ansia volgare del giorno dopo, la fine triste della partita,
il lento scorrere senza uno scopo di questa cosa… che chiami… vita…