Luttazzi

Ma, stringi stringi, sono l’unico a cui da fastidio che le battute rubate facevano parte di spettacoli teatrali ai quali hanno partecipato spettatori paganti e che, quindi, i soldi sono stati fatti con il lavoro altrui (a loro insaputa, tra l’altro)?

Annunci

14 Risposte to “Luttazzi”

  1. thecapricorntm Says:

    No fabri, non sei l’unico, ci sono migliaia di fan che gli chiedono una risposta da mesi.

    Ottenendo fra l’altro quello che tutti i suoi censori hanno tentato di fare da tempo.

    Ridurlo al silenzio.

  2. thecapricorntm Says:

    Risposta di Luttazzi qui

    http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2498289&yy=2010&mm=06&dd=12&title=luttazzi_copio_e_lo_faccio_app

  3. emilz Says:

    Sarà ma secondo me attingere da repertori americani e contestualizzarli in un altro paese come l’Italia non è un grande scandalo. Ecco, se si voleva affossare un personaggio del genere, ci sono riusciti alla grande. Nel nostro paese eliminare le appiccicose etichette è impossibile.

  4. gattasorniona Says:

    è stata una delusione anche per me che vado regolarmente in teatro a vedere gli spettacoli di luttazzi e sono sempre stata contenta di pagargli il biglietto perché lo ritenevo il più geniale di tutti. adesso sono quantomeno un po’ perplessa.

  5. Raflesia Says:

    E’, ed è sempre stato, un buffone. Sono proprio contenta che sia stato smascherato.

  6. therealzen Says:

    Attenzione, però: io sull’usare il materiale altrui non sono contrario a prescindere, assolutamente.
    Lavoro in un campo in cui la cosa è abbastanza comune (nessuno dovrebbe inserire un Triumph nella propria routine con le carte, perché l’ha inventato Dae Vernon. E invece il Triumph, come il Matrix, è uno dei trucchi più realizzati, al mondo). Per dire, Copperfield – che è Copperfield – fa questa routine ( http://www.youtube.com/watch?v=QI8diYJ7yv0 ) ed è meravigliosa. Ma non l’ha inventata lui. E’ di un mago canadese di cui ora non ricordo il nome – e Google non aiuta – che gliel’ha venduta. Però quando vado a vedere uno spettacolo di Copperfield – e i suoi biglietti costano cari, fidatevi – se vedo quel pezzo, so che lui l’ha pagato e non poco, prima di eseguirlo come se fosse suo. E ogni volta che ho assistito a una conferenza di magia, se un mago eseguiva un trucco che prevedeva parti di un altro trucco, inventato da qualcun altro, è sempre stato fatto presente. Io stesso faccio una routine con le sigarette, che prevede una tecnica presa a David Stone.
    Luttazzi ha usato battute altrui, senza pagarne i diritti. E i suoi biglietti costano esattamente come quelli di chiunque altro. Al di fuori dell’uso autorizzato o meno del materiale, a me fa specie che lui abbia guadagnato sul lavoro altrui, senza riconoscerne i meriti – né a livello verbale, né a livello economico. Poi, per me, nelle sue cose Luttazzi rimane molto molto bravo.

  7. Chiara Says:

    quando dici Triumph intendi i reggipuppe o le moto?

  8. Chiara Says:

    e comunque Luttazzi non m’è mai piaciuto. lo trovo inutilmente volgare e fastidioso, come i bambini che ripetono “cacca” all’infinito.
    che non sia più in rai e che non sia pagato coi soldi dei contribuenti non può che farmi piacere.
    per il discorso di copiare, è normale: si copiano pure i format, però è sempre una delusione..
    esempio: non mi piace Ron, ma gli perdonavo tutto per aver fatto una canzone come “una città per cantare”.
    come ci son rimasta male quando ho scoperto che non è sua…
    come 40 anni fa con la pavone e “datemi un martello” o “gli spari sopra” più recente di vasco: canzoni americane ricantate in italiano. che amarezza…

  9. therealzen Says:

    @Chiara: quando parlo di Triumph mi riferisco a questo: http://www.youtube.com/watch?v=hiCY9Ogg8fg&feature=related

    Poi, sul resto, ho smesso di seguirti quando hai detto che ti piaceva una canzone di Ron. 😛

  10. Chiara Says:

    oddio! ma è un mago!
    come ha fatto?
    O_o”

    (quasi meglio dei reggipuppe…)

  11. therealzen Says:

    Eh. E’ un bel trucco e, di solito, quando lo faccio funziona bene. Il nome lo ha dato il figlio di Dae Vernon; il quale, quando il padre gli ha fatto vedere il trucco la prima volta, esclamò: “Papà, ma questo è un trionfo!”.

  12. Chiara Says:

    *TU* sai farlo?
    :’)
    mi commuovo…

  13. therealzen Says:

    So farlo. E’ raro che un mago non lo sappia fare, Dae Vernon è uno dei padri della magia moderna.

  14. emilz Says:

    losai che adesso mi recupero tutti i video di magia, sì? Ahahaha. Assassino. ^^

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: