Altre chiavi di ricerca zozze…

Io non ho niente contro il linguaggio sporco, mentre si fa sesso. Cioè, ci può essere come può non esserci, ecco. Dipende anche dalla mia partner.
Però ricorderò in eterno, giuro, la prima volta che una ragazza mi ha chiesto di usarlo. Eravamo a letto insieme e lei, di punto in bianco mi ansimò all’orecchio “Dimmi che sono la tua troia, dai.”.
Ora, sono cresciuto con del sano porno, come tutti. Ma rimasi un pò spiazzato lo stesso. Ricordo che per una frazione di secondo – e una frazione di secondo è indefinibilmente lunga, in certi momenti – mi sono trovato a pensare “Uh? Troia? Come mai?”. E allora ho continuato i miei momenti bacino-pelvici, mentre la scrutavo sottecchi e mi chiedevo se fosse seria.  E da come mi guardava, con quel sorriso sexy e pieno di desiderio, ho capito che sì, lo voleva sul serio. E, sia chiaro, in quei momenti ci tengo enormemente che la mia partner mi sia grata, ci mancherebbe. Quindi ho pensato di eseguire.
Tutti noi uomini, per quanto non lo si ammetta volentieri, abbiamo un’immagine mentale di noi che, difficilmente, corrisponde a quella reale. Tutti  noi pensiamo di non avere le maniglie dell’amore, poi quando ci spogliamo davanti allo specchio guardiamo con un occhio solo, per paura dell’atroce realtà.
Tutti pensiamo che, quando incrociamo le braccia, si gonfino bicipiti e si delinino le definizioni degli avambracci. Poi ci troviamo davanti a uno che fa palestra sul serio e ci sentiamo mingherlini.
Tutti pensiamo di essere come Rocco Siffredi, quando scopiamo. Posizioni plastiche. Fave che guizzano. Donne in estasi.
La realtà è che magari lo siamo pure, ma non in modi particolarmente plateali. E che quindi, colti di sorpresa, reagiamo in modi imprevisti o buffi.
Io, per esempio, ricordo chiaramente di averle detto “Sì, dai, sei la m…ma devo proprio dire troia? Non è che ti offendi? Preferisci porca?”.
Ecco. Diciamo che quello che ha detto lei, dopo, non lo riporto, per decenza.

Annunci

Tag:

9 Risposte to “Altre chiavi di ricerca zozze…”

  1. emilz Says:

    Quando è lei a chiederlo l’uomo di solito impazzisce e esaudisce subito i suoi desideri. Strano, mi ti immaginavo più “zappatore” a letto. 😀

  2. thecapricorntm Says:

    Sì, ti capisco perfettamente, ma non ti preoccupare, con gli anni si migliora 😀

  3. therealzen Says:

    @Emilz: ero giovane e ingenuo. Ora se una mi dice una roba simile le presento una vulgata da camionista che la faccio piangere. 😀

  4. chiara Says:

    -_-”

    che amarezza…

  5. Arcadia Says:

    🙂
    Io non so come mi sarei comportato.

  6. Rudy Bandiera Says:

    Questo post è disgustosamente geniale. Non scherzo.
    Comunque io non ho le maniglie dell’amore, sono come Rocco, le mia Fave sballonzolano e sono una troia…. no quest’ultima parte non la verbalizziamo.

  7. therealzen Says:

    Troppo tardi. Ho anche fatto lo screencap della pagina dei commenti, per sicurezza. Ho materiale per ricattarti. Cioè, nel caso non ce ne fosse già abbastanza sul tuo blog. 😀

  8. Rudy Bandiera Says:

    Devo andare a pranzo: ho due baNbini crudi da mangiare che mi aspettano. Ciao 😀

  9. Un anno di Zen « The Real Zen Says:

    […] 2009. Quando rimembro la perdita della mia […]

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: