Con le donne cazzi e cazzotti (e posto in Parlamento)

Giusto perché è notorio che una fesseria, di norma, si fa sempre in due, c’è un aspetto della vicenda che attualmente colpisce il vostro amato Presidente del Consiglio che mi fa pensare.
Stiamo tutti  a scuotere la testa davanti a quella che è la semplice rappresentazione di una verità universale – e cioè che ci sono uomini che vanno a mignotte, – siamo tutti presi dal chiedere a una schiera di signorine pronte a raccontare che sì, effettivamente, due colpi con il signor B. ci sono stati, ma mica per soldi, c ‘era dietro una promessa di candidature.

Ora, se lasciamo da parte un attimo il fatto – non trascurabile, per carità – di come il signor B. passa le sue serate.
Ma mentre gli puntiamo il dito contro, non sarebbe il caso di interrogarsi su quale percorso mentale porta una donna a contrattare il proprio corpo per un posto in Parlamento? Che sicuramente ha un sacco di vantaggi, tra stipendi,  note spese, rimborsi e pensione, ci mancherebbe. Ma è sempre del tuo corpo che stiamo parlando?
Quando si parla del declino della società si parla di  reality show e di tronisti; non è un discorso sbagliato a prescindere, ci mancherebbe – ma anche lì si sbaglia il bersaglio, perché non sono Costantino o Corona il problema, quanto il fatto che i giovani ci vedano dei modelli, – ma nessuno sembra rimanere almeno sorpreso dal fatto che ci sia una ragazza che decide di andare a letto con qualcuno per un posto politico.
“Sveglia, le attrici e le modelle lo hanno fatto per tutta la vita”. Diciamo di sì. Ma prima il risultato era che ci toccava assistere a pessime recitazioni e a film scadenti. Adesso siamo al fatto che perfette incapaci vadano a occupare un ruolo istituzionale in cambio di una galoppata tra le lenzuola.
Non che possano cambiare il Paese, ci mancherebbe, ma sono comunque ruoli che, almeno nella loro accezione originaria, significano che qualcuno è lì perché crede di poter aiutare il proprio Paese a crescere.
Com’è che questo passa sotto silenzio?
Perché – ed è questa la cosa che mi terrorizza – ci stiamo abituando a tutto. Al fatto che non c’è niente di peggio, perché il peggio è passato. E quello che è peggio, effettivamente, non lo notiamo più.
Oppure siamo gli idioti che guardano il dito che indica la luna

Annunci

Tag: , , , ,

15 Risposte to “Con le donne cazzi e cazzotti (e posto in Parlamento)”

  1. antgri Says:

    ….unbelievable
    Silvio for NOBEL!
    http://www.silvioperilnobel.it/
    It’s no a joke 😦

  2. Rudy Bandiera Says:

    Mi è capitato di parlare con persone che mi hanno detto “in America tra Clinton e la Lewinsky è stato lo stesso”.
    Verissimo, ma la Lewinsky non è diventata ministro per un pompino.
    Lo scandalo italiano è questo, non il sesso in se.

  3. therealzen Says:

    Ma, soprattutto, Clinton si è dovuto quasi dimettere, per ‘sta cosa (e ha bombardato la Serbia, ma vabbè…).

    Zen

  4. Rudy Bandiera Says:

    Sempre meglio che invadere la Polonia 😀

  5. thecapricorntm Says:

    Guarda Fa, da che mondo è mondo il potere passa sempre attraverso le lenzuola e quelle distinte signore non sono le prime ne le ultime che vanno a letto con qualcuno per avere qualcosa in cambio.

    Anche il posto in Parlamento non è un caso nuovo e mi ricordo di parecchie distinte signore in Francia che ci sono arrivate allo stesso modo.

    Il vero e assoluto problema è che lui lo ha fatto, si è fatto beccare, ha negato, ha detto che è yutto un complotto e GLI CREDANO!

  6. Tie Pilot Says:

    Zen,mi trovo incredibilmente d’accordo con tuo fratello,e noto con piacere (?-beh,forse!) che il tuo bigottismo d’estate colpisce implacabile regolarmente! Qui il fatto non è tanto che il Nano vada a mignotte,ma dopo aver accampato decine di scuse,menzogne,dietrofront (l'”utilizzatore finale” ha provocato moti di riso e battute per 10 giorni tra i giuristi della Sapienza),ammette candidamente,confermando anche i favoritismi applicati (vedasi “gli uomini suoi” al cantiere della D’Addario),e gridando che il fatto che una prostituta di alto borgo vada con lui per una candidatura sia un complotto della Sinistra e/o di Murdoch.Qui siamo vicini a realtà sudamericane,e la cosa peggiore è che le vecchine che guardano il tg4 gli credono.Ora la palla passa al lodo sulla Corte dei COnti,che è un’altra porcata allucinante.Io ormai spero nell’invasione barbarica di teutoni pastori per scuotere il paese.A proposito,hai visto Outlander? Com’è?

  7. therealzen Says:

    Ma guardate che sul fatto grave di lui che nega e bla bla bla sfondate una porta aperta.
    Io, sarà il bigottismo estivo, semplicemente non mi capacito che ora la si dia via per avere un posto in Parlamento. E’ qualcosa, giuro, che travalica la mia capacità di comprendere come funziona la mente umana. E soprattutto che tutto questo sembra non scuotere la gente, voi compresi mi pare di capire. Siamo tutti pronti a stupirci di Borghezio, ma non ci preoccupa la D’Addario? Scherziamo? E’ grave tanto quanto il figlio del commercialista, con in più manco la scusa della parentela, quanto l’essersi trombato il Pres. del Cons.
    Mah. Starò invecchiando male. 😛

    @Tie: Outlander modesta boiatina estiva che uno si può guardare, se non ha troppe pretese (ecco diciamo che veramente non ne devi avere tante, eh?).

  8. chiara Says:

    @zen: hai perfettamente ragione!!!!
    e ti dirò di più: non ho nulla contro i presidenti puttanieri.
    churchill, stalin, avevan tutti amanti a sfare. ma erano persone che sapevano fare gli interessi dei loro paesi.
    anch’io ce l’ho a morte con queste zoccole!!!!

  9. chiara Says:

    rettifico: ce l’ho con le zoccole e con chi ce le fa andare in parlamento..
    bwaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa……………..

  10. emilz Says:

    Il problema sta proprio nell’essere considerati bigotti quando è puro e semplice senso della morale. Ma sì, chissenefrega, tanto l’ha fatto anche Putin, Stalin, Clinton, Churchill, Mussolini..

  11. chiara Says:

    emilz, se almeno uno fosse uno statista notevole, gli perdonerei anche qualche libertinaggio…
    chi se ne frega se churchill era pure alcolizzato: era un churchill!
    certo, se a farlo sono i nostri, c’è solo da metterli al muro.
    loro e le loro zoccole con cui ci infestano il parlamento…

  12. emilz Says:

    No, è proprio qui che sbagli, secondo me. Un politico non può permettersi certi scandali, in paesi come il Giappone (per farti un esempio), seppur grandi statitsti, alla prima cazzata, vengono allontanati dal potere, perchè la questione morale conta di più. Noi viviamo la politica in modo passivo, in tutti i sensi, proprio perchè la maggior parte delle persone si comporterebbe come Berlusconi e non viceversa, questo secondo me è il nostro guaio.

  13. chiara Says:

    no, io non sono così moralista. io lo pago perché faccia bene il suo lavoro, non perché non vada a puttane.
    quello che fa nel privato è affar suo.
    se per fare bene il suo lavoro ha bisogno di chiudersi tre sere la settimana in un bordello, faccia pure.
    basta poi che le puttane un me le porti in parlamento.

  14. MikeT Says:

    Non ve la prendete con Silvio: sta mettendo in pratica alla lettera il modo di dire “mandare a puttane il Paese.”

  15. thecapricorntm Says:

    Scusate un colpo di senilità.

    All’epoca Moana Pozzi ( NOSTRA Signora!) era l’amante di Bettino Craxi (TUTTI lo sapevano) .

    Ora.

    Io odiavo Craxi come odio B, betto questo se fosse andato in Parlamento e avesse detto ” Io mi trombo Moana Pozzi” Andavo a stringergli la mano.

    Il mio problema è che il nostro ( no che nostro, VOSTRO) primo ministro, non si limita ad avere un amante, ma:

    – Paga
    – la porta in palazzi ufficiali
    – Non si preoccupa se trenta sconosciute girano nelle sue vicinanze con microfoni e macchine fotografiche.

    Il mio problema non è che va a puttane , è che è un CRETINO!

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: