Life on Mars

Se ti guardi in giro c’è grossa crisi. Economica, spirituale, emotiva, morale, alimentare.
Non è che voglio fare il superiore, io mi ci riconosco in buona parte. Soprattutto in quella emotiva. E in quella alimentare. Se di crisi si vuole parlare. Vorrei smetterla di avere ‘sta fame nervosa, più che altro. Oppure continuare ad averla, ma mangiare quanto cavolo mi pare senza ingrassare. Ma non si può. E quindi merda.
Però ci si muove per la realtà che ci circonda e si vedono un sacco di cose strane, di gente confusa. E andrebbe pure bene, la confusione, tutto sommato, può essere positiva se porta a cercare di capire, ad allargare menti e orizzonti.
Ma la cosa che si vede di più è una discreta paura del futuro e di quello che ci si aspetta. Ci si guarda intorno senza sapere cosa sta succedendo, senza capirlo, senza riuscire ad afferrare cosa sarà di noi. E’ una questione di età? E’ la crisi che ci ha sorpreso tutti, che ne sentivamo parlare e dicevamo “Ma dove?” e poi eccola lì? Sarà colpa del fatto che la blogosfera, complice supremo Friend Feed, sembra particolarmente morta?

Annunci

8 Risposte to “Life on Mars”

  1. capricorn Says:

    Siamo al metablogging….

  2. Tie Pilot Says:

    Io ti suggerisco di iniziare a fumare.Scaccia lo stress (fino a che hai sigarette) e placa un poì la fame,specie quella nervosa,che ti viene da tenere in mano qualcosa e pensi ad altro.Fai un tentativo.House le prescriveva al paziente con l’intestino irritabile,anche i medici tollerano.

  3. therealzen Says:

    No, in effetti rischiare il tumore per non ingrassare mi sembra la soluzione migliore, Jack, grazie.

    Ora mi dici cosa ti ho fatto per farmi odiare tanto? 😀

  4. Garion Says:

    Aumenta il consumo di porno ^_^

  5. luvi Says:

    guarda, questo post m’aveva angosciato, ero lì a meditare sulla mia personale condizione.
    poi la frase di garion e l’illuminazione, e ti faccio dono di questa perla di infinita saggezza che vorrai utilizzare come mantra per i giorni bui:
    “finché si tromba, si sta sempre bene”

  6. Il meglio della settimana dagli altri blog | RudyBandiera.com Says:

    […] The real Zen sulla paura del futuro e la blogosfera “Ma la cosa che si vede di più è una discreta paura del futuro e di quello che ci si aspetta. Ci si guarda intorno senza sapere cosa sta succedendo, senza capirlo, senza riuscire ad afferrare cosa sarà di noi. E’ una questione di età? E’ la crisi che ci ha sorpreso tutti, che ne sentivamo parlare e dicevamo “Ma dove?” e poi eccola lì? Sarà colpa del fatto che la blogosfera, complice supremo Friend Feed, sembra particolarmente morta?” […]

  7. Tie Pilot Says:

    Oh su che 4 o 5 sigarette al giorno (per iniziare) non hanno mai amamzzato nessuno.Cioè,forse sì,ma non come causa primaria.Oddio,beh,potrebbe darsi.Ma di qualcosa dobbiamo pur morire no?
    😀 A proposito,ma come è andato a finire il dialogo metamistico con Jisus dopo le scottanti rivelazioni sull’affitto del paradiso e i singhiozzi?Hai proseguito il racconto e io non sono stato in grado di ritrovarlo (era sull’altro blog di cui non ho il link?) o è temporaneamente morto lì?

  8. Procida – Procida Blogolandia. Il meglio della settimana dagli altri blog Says:

    […] The real Zen sulla paura del futuro e la blogosfera “Ma la cosa che si vede di più è una discreta paura del futuro e di quello che ci si aspetta. Ci si guarda intorno senza sapere cosa sta succedendo, senza capirlo, senza riuscire ad afferrare cosa sarà di noi. E’ una questione di età? E’ la crisi che ci ha sorpreso tutti, che ne sentivamo parlare e dicevamo “Ma dove?” e poi eccola lì? Sarà colpa del fatto che la blogosfera, complice supremo Friend Feed, sembra particolarmente morta?” […]

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: