So turn out the lights, the party’s over.

Uno se lo aspettava pure che, prima o poi, le cose sarebbero andate così. E’ normale. E’ pure inevitabile, quando vedi una tale massa di brutture messe su tutte assieme, senza pensarci due volte.
Walter Veltroni non era l’uomo sbagliato. Era l’uomo sbagliato per questi tempi, come già dissi prima della sua candidatura. Perché dietro la forza di un suo progetto, c’era tutta la mediocrità e il vecchiume di cui volevamo liberarci da tempo. Non ci siamo riusciti e ora ci si guarda smarriti chiedendoci “E ora?”.
E ora o candidiamo qualcuno di veramente nuovo, di veramente giovante, o è il solito teatrino per il quale dopo sei mesi siamo punto e a capo.

Annunci

Tag: , ,

7 Risposte to “So turn out the lights, the party’s over.”

  1. Saigo Says:

    Veltroni era l’uomo sbagliato, così come chiunque altro abbia fatto politica da decenni e si spacci per il nuovo che avanza. Ci vorrebbe un giovane, portatore di idee nuove, ma le vecchie nomenklature fanno sistematicamente fuori i giovani che potrebbero scalzarli

  2. Egalmon Says:

    Il PD di Veltroni non ha fatto opposizione. Sottoscrivo ciò che dice Saigo. Franceschini ha attaccato Berlusconi dicendo che è contro la Costituzione, verissimo. Tra qualche settimana si assopirà e dirà le solite cavolate. L’unico che fa opposizione è Di Pietro.

  3. therealzen Says:

    Un giorno qualcuno mi spiegherà quand’è che Di Pietro ha fatto opposizione, nella sua vita. Perché fare opposizione non vuol dire solo puntare i piedi e dire che non si è d’accordo con Berlusconi, quella è solo la prima parte ed è pure la più facile. Fare opposizione significa anche proporre idee nuove che è qualcosa che Di Pietro, da che ricordi io, non ha MAI fatto. Quindi, per cortesia, evitiamo questa tiritera sul fatto che è l’unico antidoto contro la destra, perché è una fregnaccia bella e buona.

  4. therealzen Says:

    Giusto per dire: mi riconosco in molte cose dette da Civati nell’intervista di oggi di Repubblica. La trovi qui, se vuoi darci un’occhiata: http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=KVFHC .

  5. Saigo Says:

    Spiegaci allora che proposte avrebbe fatto il Pd in tutti questi mesi?
    Forse che bisognerebbe essere di sinistra, MA ANCHE di destra?

  6. therealzen Says:

    No, guarda, forse non ci siamo capiti.
    Sulla inconsistenza e gli errori del PD, sono mesi che ne parlo, ne trovi anche tracce in questo blog, se fai un giro. Quelllo che non comprendo è Di Pietro spacciato per la panacea di tutti i mali, quando ancora non l’ho mai visto fare politica seria da quando è stato candidato la prima volta. Tutto qui.

  7. Saigo Says:

    Ma sono d’accordo sul fatto che DiPietro non sia la panacea di tutti i mali.
    I sui difetti politici sono ben evidenti, resta il fatto che è l’unico che sta continuando a porre la questione morale e a fare un’opposizione intransigente. Detto da uno che alle regionali ha votato PD, se il nostro partito e rifondazione continuano a perdere consensi e Di Pietro continua a guadagnarne, vuol dire che molti scontenti stanno votando chi ora sembra l’unica vera opposizione al governo Berlusconi. Per capire come siamo ridotti in italia, in Parlamento il più di sinistra è Di Pietro!

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: