Here comes the big boss (uha! uha!)

Che la scoprimmo grazie agli immancabili Elio e Le Storie Tese, che la citavano nello strepitoso finale di Pippero. Io e il mio amico Ettore ci mettemmo alla ricerca di questo pezzo musicale, in anni in cui non esisteva ancora Internet e in cui vivere a Nuoro poneva tutti i limiti del caso. E alla fine lui, credo grazie al padre e alla sua vastissima biblioteca musicale, se ne saltò fuori con un CD con il best of di Carl Douglas – dentro al quale, tra l’altro, c’era anche Dance the Kung Fu – e per un’estate intera, quello è stato il pezzo che abbiamo cantato a squarciagola.
Ricordo, il che si fa trash, che la ballavamo pure, simulando colpi con le mani e i piedi, come la canzone richiede. E alla fine, 34 anni dopo la sua uscita e almeno 15 dopo che la scoprimmo noi, un video ci mostra come veniva eseguito Kung Fu Fighting.

Annunci

Tag:

7 Risposte to “Here comes the big boss (uha! uha!)”

  1. capricorn Says:

    Preferivo la coreografia che avevate fatto tu, Ettore e Andrea all’epoca 🙂

  2. Garion Says:

    Infatti io non guarderò il video, voglio ricordare tutto così com’era, cadute e danni semipermanenti ai legamenti compresi. ^_^

    Comunque la cosa è andata peggio, non è che stava lì tra i dischi di mio padre, lo ordinai proprio dalla Nannucci per il modico prezzo di 5.900 lire. 😀

  3. Olympia Says:

    Sì, decisamente era più pittoresca la vostra coreografia, da come la descrivi 🙂

  4. Kabuki Says:

    Bastava chiedere… io il CD del “The best of…” lo comprai una 15ina di anni fa…
    Rimasi flashato dalla copertina…

  5. Egalmon Says:

    eh si…bei ricordi… a qundo un post su Ratton?

  6. Garion Says:

    Credo che Ratton sia una cosa che vogliamo tutti quanti dimenticare…

  7. Saigo Says:

    Caro Garion, vuoi dimenticare? Ma il passato tornerà sempre a perseguitarti. Long live Ratton!

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: