Avanti il prossimo

Jörg Haider nasce in una famiglia con diverse collusioni con il nazismo, grazie al padre che era stato funzionario durante il Terzo Reich. Si laurea in diritto e diventa presidente della sezione carinzia del FPÖ, grazie al suo carisma, riconosciuto da avversari come dai compagni di partito. Nel 1989 diventa governatore della Carinzia, ma deve dimettersi perché in un discorso comincia a elogiare il lavoro di Hitler, ma nel 1999 si ricandida e vince con il 30% dei voti, dimostrandosi un leader imbattibile, pur suscitando qualche preoccupazione. Una politica a base di populismo e razzismo, ne fa la guida per chi segue ideali di purezza della razza e di possesso della propria terra, contro gli stranieri. Nel Marzo del 2004 ritorna alla guida della Carinzia con il 42,5% di voti, spinto dal successo di Le Pen in Francia, con le idee razziste del quale si trova in ottima sintonia.
Haider è morto la scorsa notte. Ha perso la vita in un disastroso incidente d’auto conclusosi contro un pilone. Si spegne uno dei leader politici più carismatici, discussi e inquietanti della storia degli ultimi 20 anni dell’Europa.
Ma sono sicuro che il pensiero di quale inutile stronzo fosse ci farà sentire meno affranti.

Annunci

Tag:

7 Risposte to “Avanti il prossimo”

  1. capricorn Says:

    Si hanno notizie del pilone?

    Sono molto preoccupato per il suo stato di salute 😦

  2. Tie Pilot Says:

    Se Bossi era un lavoro di Dio lasciato a metà,questo è un overkill.Ma tutto sommato meglio star tranquilli,quando si ha a che fare con certa gente.

  3. Tomo Says:

    Non per fare il bastian contrario (odio Hitler, dato che ho sempre sognato di avere i baffetti come lui ma purtroppo li ha resi tabù. Quello stronzo), ma mi preoccupa di più chi lo votava…

  4. MikeT Says:

    Olé!
    E Calderoli è il prossimo.

  5. Rudy Says:

    parole sante ed inconfutabili le tue…

  6. Egalmon Says:

    @MikeT:seguito da Borghezio.

  7. Nico Says:

    …e non vogliamo farli seguire tutti da Berlusconi?… Suvvia, lo pensiamo tutti! Facciamo outing! Sennò lo champagne che serbo da anni per quel momento rischia di diventare aceto…

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: