Facciamo che…

Facciamo che scrivo due righe criptiche, che sicuramente serviranno più a me che a te, che di certo non capirai e neanche ti sorgerà il dubbio che magari sto parlando proprio di te?
Facciamo che ci pensiamo su un attimo, ci si guarda in faccia e si cerca, dietro le rughe e i primi capelli bianchi, di ritrovare quella persona con cui si stava così bene?
Facciamo che magari domattina ti alzi, ti guardi allo specchio, ti lavi i denti, respiri l’ultima aria fresca della giornata, prima che la caldana estiva spazzi via ogni cosa, e pensi che sì, cazzo, ho fatto degli errori anche io, ma che mai in malafede e comunque, certamente, non verso di te?
Facciamo che dopo che l’hai detto a te e a me, magari cominci anche a crederci?
Facciamo che, chissà, forse, magari, ti fermi un secondo e ragioni sul fatto che se qualcuno si è allontanato, tra noi due, quella persona sei tu? Mentre io mi ritrovo a fare la tartaruga che insegue la lepre?
Facciamo che indietro non si torna, certo, ma che tutto sommato non siamo mica andati avanti e che là dove eravamo, stavamo più che bene, alla fin fine?
Oppure facciamo che si continua così, se è quello che preferisci, figuriamoci. Però facciamo anche che io smetto di inseguirti, mi siedo da una parte e mi dedico ad altro.

Annunci

Tag:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: