Archive for marzo 2008

WWF ‘sto par di ciufoli

marzo 29, 2008

Ho beccato in TV Karate Kid III, di cui avevo visto l’inizio solo una volta, secoli addietro, per poi capitarci sopra sempre a metà. E ho assistito a questa scena surreale dove il Cattivissimo di Questo Episodio (TM) parla con il Cattivissimo del Primo Episodio (TM); mentre dialogano arriva il maggiordomo e allunga una cartellina al CdQE dicendo: “Signore, ecco la fattura del plutonio.” (sic!). Il CdQUE firma e, scocciatissimo, dice al CdPE: “Una volta potevi scaricare scorie radioattive dovunque. Ora sono tutti dei piccoli detective.”.
Il trash di questo dialogo ha appena fatto balzare la pellicola in cima alle classifiche delle mie preferite.

Annunci

Greatest hits

marzo 27, 2008

Ammetto di avere seguito la campagna elettorale, finora, con poco interesse. Un pò di sfuggita, ecco.
Discorso lungo sul perché, ma comunque non ci ho messo la stessa passione delle volte precedenti – forse perché la volta precedente è stata fin troppo poco tempo fa.
Comunque per un attimo avevo creduto al discorso del nuovo, di come si vada verso una strada diversa. Fino a quando ieri, Berlusconi, ha ritirato fuori il termine che ancora non aveva sputato fino ad adesso – e che di solito usa quando è in difficoltà, aggiungo – spiazzandomi e facendomi tornare la voglia di rigettarmi anima e corpo in quello che ci attende.
“Come nella vecchia ricetta stalinista, dice tre bugie ogni due righe”

Hate is in the air…

marzo 26, 2008

Lavoro. Conoscenze semplici. Conoscenze meno semplici. Vaffanculo. VAF – FAN – CU – LO! V! A! F! F! A! NCUUUULOOOOO!

RIP

marzo 21, 2008

E’ morto Capitan Findus. E io non so come mostrare cordoglio senza esplodere a ridere al pensiero di che gente potrebbe presenziare al suo funerale.

Dio è morto…

marzo 19, 2008

…Arthur C. Clarke è morto; Anthony Minghella è morto; Oreste Rizzini è morto.
E io ho dei bruciori di stomaco mica male. Che sia tutto collegato?

Quinto postulato sull’ordine

marzo 17, 2008

Casa tua rimane in ordine fino a 18 minuti dopo che i tuoi genitori sono partiti. Poi ridiventa l’epicentro del chaos universale.

New soul

marzo 16, 2008

Yael Naim ha scritto un pezzo assolutamente delizioso e potete recuperarlo qui, se non lo avete mai sentito.
Peccato che l’album intero sia troppo pesante. Ah sì: e se riuscite a sentire Il liberismo ha i giorni contati, dall’ultimo album dei Baustelle, non ve ne pentirete.

Mi sto leggermente irrigidendo…

marzo 16, 2008

Sale sul treno un ragazzino giovane. Avrà sì e no 15 anni. E’ alto e magro; i capelli neri sono affogati nel gel e sparati tutti verso l’alto, beffandosi della gravità. Porta una maglietta nera aderentissima, a maniche corte. Le braccia sono coperte da delle maniche a strisce nere e bianche. Porta guanti a mezze dita, un sacco di anelli  e bracciali con le borchie. Indossa dei pantaloni neri stretti e ai piedi calza degli anfibi. Ha gli orecchini e gli occhi truccati con del mascara.
Lo guardo e penso: “Ma come ti conci, per Dio?”
E dopo una frazione di secondo mi rendo conto e penso: “Oddio…che cosa ho detto!?”.
Starò mica invecchiando?

La caduta dell’Impero romano d’occidente

marzo 16, 2008

Alla mia Dolce Metà sta piacendo un film italiano. Mentre a me no.

P.S. Per contro mia madre se la dorme della grossa.

I 7 segreti..

marzo 16, 2008

Giochino che va tra i blogger sullo svelare sette segreti e passare la lista ad altre sette persone. Di norma non farei, ma visto che in due mi hanno indicato, mi sembra brutto non dire la mia.
Sette segreti, quindi, che pochi conoscono; via che si va.
1. Sono stato minacciato da un clan ninja (è vero. So che è assurda e un giorno la racconterò per intera. Dico solo che erano ninja pisani).
2. Ho cominciato a scrivere all’età di 11 anni.
3. Sono metereopatico come le fi’e. Il brutto tempo mi deprime e il vento forte mi rintrona.
4. Ho praticato il sadomaso (soft, grazie, che degli spilloni faccio a meno).
5. Le cinque donne per le quali tradirei la mia Dolce Metà senza pensarci due volte sono Julia Roberts, Rebecca Romijn (ex) Stamos, Famke Jannsen, Moana Pozzi (ma credo che putrefatta sia meno sexy) e Angela Lansbury (no, scherzo, ma ora non mi viene in mente la quinta.
6. A qualcuno piace caldo è il mio film da isola deserta.
7. Ho adorato per una vita intera l’Amleto, ma poi ho scoperto l’Otello e, complice l’aver conosciuto Jago nella persona di un butterato perugino, sono rimasto folgorato. Lo considero tuttora l’opera migliore di Shakespeare.
Passo a chiunque abbia voglia di farlo (lo passerei a Lupigi, giusto perché so che odia queste cose… 😛 ).