Archive for gennaio 2008

Terminator 4: Skynet in Emilia Romagna

gennaio 31, 2008

“Buongiorno. Abbiamo risolto il problema di linea, eh? Si trattava di piastrine in centrale!”
La prima domanda che mi sorge spontane è: che cazzo è un problema di piastrine? Ha a che fare con le trasfusioni?
Lascio perdere.
Il tecnico, gentile, mi dice che quando tornerò a casa la linea funzionerà. Se non dovesse accadere, invece, di chiamarlo al cellulare che ci pensa lui.
A casa la linea non funziona, ovviamente.
Lo chiamo. Cade dalle nuvole. Affrontiamo insieme il problema di questa relazione difficile: lui ha bisogno di darmi indicazioni essendo in centrale e con me davanti al PC. Il tutto va fatto entro le ore 16.30, ergo quando sono al lavoro.
Mi dice che comunque, domani, passa a controllare se almeno il modem è a posto.

(more…)

Annunci

It’s me against Alice

gennaio 30, 2008

Non è che abbia lasciato il post sul governo caduto lì per stare a studiare le vostre reazioni tipo acquario, eh?
Ma è che da venerdi sono di nuovo senza linea internet. Tra me e la Telecom è praticamente guerra, ormai.

Politically correct

gennaio 25, 2008

Caro elettore del centro destra; caro elettore dell’Udeur;

mi aspetto che la risposta a questa mia sia “altrettanto” o “a te e a chi non te lo dice”, giustamente.
Ma, comunque, da parte mia, con tutto il cuore e in maniera estremamente sentita: vaffanculo.

Landslide

gennaio 23, 2008

I took my love, I took it down
Climbed a mountain and I turned around
I saw my reflection in the snow covered hills
till the landslide brought me down

Oh, mirror in the sky
What is love
Can the child within my heart rise above
Can I sail thru the changing ocean tides
Can I handle the seasons of my life

Well, Ive been afraid of changing
cause Ive built my life around you
But time makes you bolder
Children get older
Im getting older too

Oh, take my love, take it down
Climb a mountain and turn around
If you see my reflection in the snow covered hills
Well the landslide will bring it down

If you see my reflection in the snow covered hills
Well maybe the landslide will bring it down.

-Fleetwood Mac- 

Orca…

gennaio 23, 2008

Uno torna dal suo club di magia e pensa di guardarsi per la goziliardesima volta il trailer di The Dark Knight.
E scopre che Heath Ledger è morto.
E ora come farà la mia amica Emma?
Però si è liberato il posto del Joker per eventuali sequel. Sarà contento Jack Nicholson.
Pessimismo e fastidio.

Nuvole su Topolinia

gennaio 22, 2008

Anni fa parlavo con il buon Lupigi via chat di Topolino. Lupigi ha fatto il corso di sceneggiatori Disney, cosa che gli ho sempre invidiato tantissimo, e mi ha raccontato di alcune regole ferree della scuola Disney, in merito alla scrittura di storia per i personaggi dello Zio Walt. Niente armi, niente cibo riconoscibile, niente situazioni di ansia, tutta una serie di paletti che non si possono oltrepassare, se si vuole scrivere qualcosa di pubblicabile (pure “Gosh!” è scomparso, perché è un modo gergale per dire “God!”).
La cosa, da un lato, mi ha fatto sorridere, mentre dall’altro un pò mi ha lasciato perplesso. Tutto sommato mi rendo conto che scrivere per dei bambini è difficile, ma non pensavo così tanto – ma qui andrebbe aperta una parentesi sulla qualità attuale di Topolino.
Comunque, che si tirasse brutta aria un pò me n’ero reso conto anche io che sono esterno all’ambiente. Basta ascoltare un pò in giro alle fiere dei fumetti o leggere tra le righe su qualche forum.
Poi tutto viene confermato – e con una certa amarezza, aggiungo – qui.

Ellappapa…

gennaio 21, 2008

Ratzinger non va alla Sapienza. La Sapienza non ospiterà Ratzinger.
Ci sarebbe solo da esserne felici. O forse no.

(more…)

Where everything can happen/ 3

gennaio 18, 2008

Amena conclusione.
La linea Internet è tornata. Lenta come prima.
In più ora sento da schifo pure la linea telefonica.

Almeno è uscito nelle sale “American Gangster”.

Where everything can happen/ 2

gennaio 18, 2008

Tragedia in due atti.
(more…)

Where everything can happen

gennaio 17, 2008

Da due giorni la linea internet va lenta. Molto lenta. A livelli fastidiosi.
Ieri sera, Dio solo sa perché, chiamo la Telecom per discutere della cosa. Sarà stato che “Io sono leggenda” non mi ha fatto impazzire e volevo provare ancora qualche brivido, prima di andare a dormire.
(more…)