Uomo (non) sai di buono

Leggo qui dell’insofferenza tipicamente femminile perché l’omo, pare, non è omo il giusto. O almeno non lo è nella misura in cui se lo aspetterebbe la donna media – se così si può dire.
“Com’è possibilie – ci si chiede – che gli scrittori scrivano delle frasi che ti strappano il cuore come se fossero reali? Ma ‘ste cose le dicono anche nella vita di tutti i giorni alle proprie ragazze?”. Gli fa eco lei che sostiene come sarebbe semplice per i maschietti trasformare quest’immagine ideale in immagine reale, ma agli uomini non interessa, pare.
Domanda fondamentale: perché non ci dovrebbe interessare? Abbiamo da guardare la partita in tv? Dobbiamo partecipare alle gare di rutti?
Intanto poso la birra e il frustino con cui tengo la mia donna a stecchetto e vedo di mettere un pò d’ordine in questa visione da protagonista traviata di un romanzo di Jane Austen.


Tanto per cominciare la parola d’ordine, quando si parla di qualcosa del genere, dovrebbe essere una sola: non generalizzare. Certo che ci sono uomini sensibili quanto una tavola di quercia. Per carità. Conosco persone altamente insensibili o fredde, come si preferisce definirle, ma che lo sono con CHIUNQUE, non solo con le proprie donne. Non diranno loro “sei il mio sole e la mia luna”, ma se per quello neanche dicono “mi dispiace per te” al collega di lavoro che gli annuncia la morte del proprio caro.
Contemporaneamente, però, ci sono anche uomini sensibili che amano cucinare per la propria donna, che amano dirle frasi romantiche e tutto il pacchetto di opzioni.
Ma lasciamo gli estremi e andiamo un pò nel mezzo, vogliamo?
Io mi ritengo medio. In assoluto. Ma, toh guarda un pò, non ho problemi a dire certe frasi alla mia Dolce Metà. C’è momento e momento e amo farlo. Perché a volte sono in vena, perché a volte se non lo dico ci sto male, perché a volte, semplicemente, mi va di ribadire un concetto che credo di averle espresso già un migliaio di volte, in diverse forme (e, sarò onesto, la volta che mi dirà “sì, il messaggio è chiaro, grazie. Però meno romanticismo e spingi più forte che sto per venire” avrò capito che è il momento sbagliato per fare il tenerone).
Ora, mi rifiuto semplicemente di credere di essere la sola persona al mondo, nella fascia media, a fare una cosa del genere. Altresì mi rifiuto di credere che siano tutti come me, ci mancherebbe.
E questo mi porta di nuovo alla parola d’ordine: non generalizzare.
Potrei guardarmi in giro e fare un post in cui mi chiedo come è possibile che le donne, tutte le donne, non amino fare cose a tre con il proprio uomo e un’altra signorina estremamente disponibile e vogliosa di fare del bene. Diamine, donne! Vi ci vorrebbe così poco per trasformare una situazione ideale in una situazione reale! Ma pare non interessarvi, purtroppo.
Eppure – e c’ho le prove, credetemi – ci sono signorine che lo fanno. Così come ce ne sono che non ci pensano neanche, che già gli piace poco fare sesso uno contro uno, figurati in un handicap match tra le lenzuola.
E magari nella fascia media ci sono signorine che amerebbero farlo, che amano farlo, che hanno amato farlo. E altre che non ci proverebbero mai. Per motivi loro, tra l’altro, che possono essere la gelosia verso il proprio partner, la repulsione per il corpo di una persona dello stesso sesso, passando anche semplicemente per il disinteresse più totale. Io, con quale diritto, dovrei guardarne una e pensare che Jenna Jameson o anche solo una mia ex erano tutt’altra cosa?
L’insoddisfazione perché una situazione a cui si ambisce non corrisponde alla propria condizione è legittima. Ehi! Sono dentro quella situazione tutti i giorni. Sono il Sindaco della situazione, se si parla di lavoro e futuro – grazie al cielo ho lasciato la situazione nel campo sentimentale, almeno. Ma il fatto che il mio lavoro faccia schifo o che il mio futuro mi paia nero, non significa che ogni impiego sia altrettanto schifoso o che il futuro di chi legge, compreso il vostro, possa far ambire a una corda al collo e a un calcio ben assestato a uno sgabello.
Quando si fa il ragionamento opposto e si abbraccia, con il proprio esempio, tutti e tutto, non si tratta di una ponderata riflessione, ma del desiderio di sentirsi meno soli. Umano e comprensibile, per carità, ma altrettanto fastidioso quando viene fatto senza la buona fede necessaria a evitare di rendere un discorso di qualsiasi tipo in un tiro al piattello contro chiunque.

Annunci

9 Risposte to “Uomo (non) sai di buono”

  1. thecapricorntm Says:

    Fammi capire.

    Tutto questo per arrivare al concetto di fondo che Mogliera si è rifiutatata ancora una volta di fare quella cosa a tre non Jenna?

    Di nuovo?

  2. thecapricorntm Says:

    Per quanto riguarda la prima parte del post, invece, non è vero nulla, i romantici sono fra noi, dappertutto, guardate qua

    http://caluri.blogspot.com/2007/10/et-telefono-fia.html

  3. Rabè Says:

    Non volevo fare del tiro al piattello, la mia era davevro una semplice curiosità.
    Nelle mia modesta esperienza non mi sono mai sentita dire frasi come quelle che leggo nei libri (magari sono io che sogno troppo, può essere, non lo escludo) e mi chiedevo sinceramente se uomini che dicono cose del genere esistano solo nei romanzi e nei film o anche in questa realtà.
    Che poi non è vero che non ho mai incontrato uomini del genere, solo che questi uomini sono sempre e solo amici che immagino dire cose del genere alle loro ragazze e, giustamente, non a me.

    Che poi nei commenti del mio blog sia stata girata in maniera ironica, non toglie che per quanto mal espressa, la mia fosse davvero una semplice curiosità.

  4. erebel Says:

    Mi trovi d’accordo, Fab. 😉
    E comunque, sono fortunata!

  5. Tie Pilot Says:

    Sara’ che io tutte le volte che me ne sono uscito con frasi da film (e non erano di Apocalypse Now!Anzi,ho un debole per le commedie hollywoodiane romantiche) ho preso il palo.Ultimamente la mia concezione delle fantasie dell’universo femminile si è piuttosto immeschinita.

  6. Rabè Says:

    Ahhhrg! WordPress si è perso un mio lunghissimo commento in cui dicevo che la mia era una vera e propria curiosità, non una generalizzazione ironica!!!
    Sono contenta che i romantici esistano! Anzi il mondo sarebbe un posto peggiore senza i romantici.

  7. Emilz Says:

    Burp!

  8. chiara Says:

    QUI ho trovato tante risposte e conferme ai mei dubbi e alle mie domande…

  9. BL Says:

    ho letto quel blog. so morto 😀

    F

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: