31 film / 11

Ghostbusters (1984. Ivan Reitman)

Potrei citare ogni singola battuta di Ghostbusters a memoria. Ancora oggi molte delle frasi del film fanno parte di pezzi di dialogo quotidiano tra me e il mio migliore amico – soprattutto: “Mai successo? Prima volta?” o “Non rompiamo. Si inchini alla scienza”.
Se questo, da un lato, mi rendo conto che possa apparire un pò  – o molto – patetico, dall’altro mi rendo conto che non è cosa di cui vergognarsi. Ghostbusters è un film scritto benissimo, con dei dialoghi travolgenti e dei personaggi magnifici. Egon che colleziona spore, muffe e funghi; Ray che sogna di fare sesso con un fantasma; Peter che chiede la parolina magica e ricorda che “venimmo, vedemmo e lo inculammo!”.
Per quanto ci si sforzi non si può non ridere e non ci si può non divertire, perché è un film fatto per questo. Ha anche dei lati curiosi, come il fatto che ruolo di Rick Moranis era stato offerto al povero John Candy, che doveva interpretare un uomo con l’accento tedesco e un cane puzzolente. O che la parte di Peter Venkman doveva interpretarla quel geniaccio di Belushi e tutti, sul set, consideravano il personaggio di Slimer come lo spirito di John, rumoroso e divertente.
A suo modo, Ghostbusters è, nel suo essere un film folle, chiassoso e spassoso, anche un film nostalgico e legato a una generazione di attori comici usciti fuori con il Saturday Night Live che hanno contribuito a creare alcuni dei più bei personaggi degli anni ’80 – ’90.

Annunci

3 Risposte to “31 film / 11”

  1. capricorn_ tm Says:

    “Ray… La prossima volta che ti chiedono se sei un dio, TU RISPONDI SI’!!!”
    Meraviglioso 🙂

  2. BL Says:

    Filmone indiscutibile! 😀

    F

  3. medusa Says:

    rick moranis mastro di chiavi/guardia di porta è meraviglioso..

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: